Un po‘ di economia: 3 spunti per la nostra strategia.

Strategia
Chi ben comincia è a metà dell’opera, dicevano. Noi vogliamo iniziare alla grande, e mettiamo come base dei nostri consigli e trucchi regole economiche semplici, ma logiche sicuri che daranno i loro frutti nel giro di poco. Un mese basterà per notare i primi risultati.

Non siamo tutti nati ricchi, forse lo diventeremo: lo auguriamo di cuore a tutti i nostri lettori. Intanto iniziamo ad armarci con i giusti strumenti per affrontare e capire le nostre finanze domestiche.

Non sappiamo dove vanno a finire i soldi? Probabilmente, stiamo spendendo oltre il nostro budget, ma non ce ne rendiamo conto, come mai? Easy: non abbiamo mai calcolato entrate ed uscite.

Per questo motivo, è importante organizzarci in modo da capire le nostre finanze, per poi gestirle al meglio e risparmiare. Per avere un’idea chiara, ci serve un piano da seguire. Niente di complicato!

Economia: Questi tre passi sono semplici da mettere in pratica, ma fondamentali:

  1. Per prima cosa, noi vogliamo calcolare e tracciare entrate e uscite.

Non importa quanti soldi abbiamo, questo step è importante per ciascuno di noi. Tutti potranno beneficiare di una buona pianificazione.

Raccogliamo tutte le bollette, estratti conto, stipendi ed entrate varie, scontrini, iscrizioni, spese fisse che abbiamo. Con l’aiuto di un utilissimo file Excel (cercate su Google expenses tracker templates, ne troverete a decine) possiamo tenere d’occhio entrate ed uscite ricorrenti nell’arco di un mese, e lui farà i conti per noi. Per chi lo preferisse, Internet ci offre una serie di software semplici e gratuiti.

Mi raccomando, questo compito va eseguito in dettaglio, scopriremo poi il perchè.

Inoltre, per chi avesse in mente dei goal finanziari, ad esempio comprare dell’abbigliamento, o un telefono nuovo, sapremo esattamente quanto sarà disponibile nell’immediato e quanto riusciremo a conservare.

  1. Analizzare – e trovare- almeno  2 spese inutili.

strategie-opzioni-binarie

Ecco un esempio classico:

la colazione al bar, saranno forse 2 euro, che moltiplicati per 20 giorni…diventano 40.

Ai piaceri non si rinuncia! Nel prossimo articolo parleremo di come viaggiare spendendo poco, ed è qui che inizieremo il nostro percorso di risparmio: saggiamente, decidiamo di fare colazione al bar due volte la settimana e avremo risparmiato 24euro.

Che dire di quelli che pranzano al bar affianco l’ufficio? Questo e’ un altro esempio classico di spesa (esagerata) ed inutile. Stimato il budget ed analizzate le uscite, rimarremo sbalorditi dalla quantità di soldi che spendiamo in un mese quando scegliamo di mangiare fuori. Nel nostro ebook abbiamo affrontato questo argomento in maniera approfondita: calcolando un costo medio di 5 euro, mangiando al bar 2 volte alla settimana, la spesa mensile – inutile- in questo caso si aggira in torno ai 40 euro. Aggiungiamoli ai soldi del caffè : abbiamo gia’ individuato una spesa superflua notevole: sono usciti, senza troppi sforzi, 80 euro dalle nostre  tasche. Ve ne siete accorti?

Coinvolgete allora la moglie, i figli, i colleghi e gli amici: siamo sicuri che troverete tante altre spese inutili alle quali nessuno di voi fa caso. Esattamente, sono proprio quelle spese alle quali ‘non si fa caso’ che, sommate, iniziano a pesare sul bilancio mensile. Non ci credete ancora? Iniziate a compilare il foglio Excel.

Trascorso il primo mese è ora di scoprire il nostro budget: abbiamo un bilancio davanti a noi, un’analisi più o meno approfondita delle spese inutili, abbiamo iniziato a tagliare tutto quanto riteniamo essere superfluo. Bene, siamo già sulla buona strada! Adesso possiamo preparare una nostra strategia di risparmio personalizzata, in base ai nostri goal finanziari. Un esempio pratico: ci servono un paio di scarpe? Assumiamo che il costo sia 80. Nel giro di 50 giorni nei quali avremo consumato meno caffè potremo comprarle senza dover utilizzare altri risparmi: da dove son saltati fuori questi 80 euro extra? Semplicemente, sono il risultato pratico di un’azione intelligente. Seguendo questo piano, ogni mese ci ritroveremo soldi in più da utilizzare come meglio riteniamo. Sempre seguendo l’esempio del caffè, già dopo un mese potremo:

  • Permetterci di andare al cinema due/tre volte al cinema
  • Concederci una cena fuori
  • Trascorrere un weekend in un’altra città ( ne parleremo nel prossimo articolo!)
  1. Organizzare un salvadanaio/fondo risparmio

Premettiamo che non c’e bisogno di andare in banca. Il caro vecchio salvadanaio a forma di maialino ci basterà.  Quello con il tappo non vale!

Comprate la versione che noi chiamiamo “anti-furto” ossia, va rotto solo quando è pieno.  Sarà sicuramente una piacevole risorsa quando quella spesa inaspettata arriverà e non saremo più colti di sorpresa: i risparmi sono pronti a darci una mano!

Teniamo sempre a mente che il risparmio è considerato una forma di risparmio: tutto ciò che non spendiamo è guadagnato, perciò ce lo ritroveremo in più a fine mese!

Trascorso dunque questo mese,  verificate voi stessi quanto avete risparmiato, e lasciateci un commento!

Nel prossimo articolo parleremo nello specifico di viaggi e metodi alternativi a quelli classici per prenotare risparmiando: stay tuned!

Commenti Facebook