Bonus mobili per le giovani coppie 2016

bonus mobili giovani coppie
Spazioguadagno sta al passo coi tempi e non perde d’occhio la normativa italiana: ecco che oggi, dopo aver parlato delle novità sul Canone Rai, e del bonus bebè, affrontiamo le novità riguardanti il bonus mobili, per le giovani coppie.

Sposarsi non è certo una cosa da poco, ed al giorno d’oggi i coraggiosi sposini italiani devono fare I conti con una economia che non aiuta, specialmente quando ci si appresta a comprare casa.

 

Se avete comprato la prima casa di recente, e siete pronti alla grossa spesa dell’arredamento, la legge di stabilità 2016 ed una Circolare dell’Agenzia delle Entrate possono certamente esser utili.

Basta essere una “giovane” coppia.

 

La Circolare 7/E/2016: bonus mobili per le giovani coppie

 

Da non confondere con il bonus “ mobili e grandi elettrodomestici”, questa nuova agevolazione copre unicamente l’acquisto di mobili per l’arredamento dell’abitazione principale.

bonus coppie

Con la circolare 7/E/2016, del 31 Marzo 2016, L’Agenzia delle Entrate ha chiarito la vicenda relative al bonus “mobile” per le giovani coppie del 2016.

 

La legge di stabilità di quest’anno infatti, ha introdotto una agevolazione spettante alle giovani coppie.

Vediamo in questo articolo di cosa si tratta e quali sono le novità.

 

 

Il Bonus mobili per le giovani coppie, come specificato in un chiarimento risalente ad Aprile 2016, è una forma di agevolazione fiscale, che consiste nella detrazione dall’Irpef del 50% del totale delle spese affrontate dalla giovane coppia per arredare casa.

Nello specifico, stiamo parlando di acquisto di mobile nuovi.

detrazione-mobili

 

Il periodo coperto da questa agevolazione considera giovani coppie che hanno acquistato la prima casa dal 2015 fino a Dicembre 2016; per cui, giovani coppie, se non avete ancora arredato casa, avete ancora ben 6 mesi di tempo.

 

Quali acquisti rientrano nel bonus mobili?

Come anticipato, questo bonus riguarda le spese sostenute per l’acquisto di arredamento nuovo, per la abitazione principale.

Le spese considerate andranno dal 1 gennaio al 31 dicembre 2016.

Ne sono un esempio: letti (inclusi I materassi), armadi, scrivanie, divani e poltrone, credenze e cabine, ed anche apparecchi per l’illuminazione.

incentivi 2016

Tra le spese si possono includere anche il trasporto e montaggio dei suddetti mobile.

 

Attenzione, la Circolare specifica che si tratta di un bonus per I mobili, quindi restano esclusi gli acquisti di grandi elettrodomestici.mobili-su-misura-80

Sono esclusi anche altri complementi di arredo quali porte, finestre, pavimentazioni e tendaggi.

 

Riepilogando:

  • Mobili
  • Illuminazione

 

No

  • Infissi
  • Pavimentazioni

Cosa intende la legge di stabilità per “ giovani “ coppie?

 

La detrazione fiscale ha valenza unicamente per :

  • Coppie che risultano coniugate nel 2016

Oppure

  • Coppie conviventi (more uxorio) da almeno 3 anni.

Questo requisito di convivenza di tre anni deve essere ancora valido nel 2016, e attestato dallo stato di famiglia ( quindi entrambi saranno presenti nello stesso stato ) o da una autocertificazione (ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

 

Il requisito dell’età: Massimo 35 anni compiuti nel 2016

 

Attenzione: almeno uno degli sposi non deve avere più di 35 anni.

Ad esempio: se lei ha 29 e lui 32, tutto chiaro.

mobili-coppie

Se entrambi hanno 36 anni, la detrazione non si applica.

Se invece lei ha 32 e lui 36, si può richiedere l’agevolazione.

 

Per quanto riguarda l’età, 35 anni devono essere compiuti nel 2016 (a prescindere dalla specifica data di compleanno).

 

 

 

La prima casa come abitazione principale

 

Altro fondamentale requisite, età e status coniugale a parte, è l’abitazione.

Il bonus mobili si applica infatti solo e soltanto all’abitazione principale della giovane coppia.

Acquistata a titolo oneroso o gratuito, l’unità immobiliare dev’essere comperata nel 2015 o 2016, e dev’essere destinata ad uso prima casa (ossia abitazione principale) per entrambi.

 

 

Somme detraibili

Come anticipato, la detrazione copre il 50% del totale speso in mobili nuovi.

L’importo Massimo su cui applicare la detrazione è di 16.000 euro, suddiviso in 10 quote annuali, indifferentemente da chi ha effettuato l’acquisto.

Fate attenzione poichè questo bonus non è cumulabile con quello per “mobili ed elettrodomestici”.

detrazione 50% mobili

Attenzione: il pagamento dev’essere effettuato con carta di credito, o di debito, o con bonifico. Fa fede la data del pagamento, non quella di addebito sul conto corrente.

 

Non valgono al fine del riconoscimento della spesa:

  • Acquisti in contanti
  • Pagamento con assegno bancario
  • Altre modalità

 

Come ottengo il bonus mobili per giovani coppie?

 

È sufficiente indicare le spese sostenute dalla coppia nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche da presentare nel 2017).

 

A tal fine, ricordati di conservare con cura alcuni documenti:

 

  • ricevuta del bonifico
  • ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito)
  • documento di addebito sul conto corrente (ad esempio, l’estratto conto della carta)
  • fattura di acquisto (in cui sono indicate la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquistati) o scontrini parlanti.

 

 

Riassumendo:

  • Ogni giovane coppia che abbia acquistato l’abitazione principale nel 2015 o 2016 ha diritto ad una detrazione per l’acquisto di mobili d’arredo.
  • La detrazione copre il 50% su un Massimo importo di 16.000 Euro
  • Vale solo sui mobili acquistati con carta di credito, debito o bonifico
  • La detrazione va ottenuta dichiarando le spese nella dichiarazione dei redditi

 

 

Vuoi saperne di più? Potete consultare liberamente i seguenti testi:

 

 

Commenti Facebook