Avvia un business online con le T-shirts (Parte 2)

business t-shirts

Come promesso caro amico, ecco la seconda parte della nostra mini-guida al business online con le t-shirts.

Un ottimo modo per iniziare a capire come muoversi nel mondo delle vendite online, oggi spiegheremo quali strumenti sono efficaci per questo scopo, e come impostarli in maniera ottimale.

Se ti sei perso la prima parte ecco l’articolo sul business online con le t-shirts.

Impostiamo Facebook Pixel

La prima parte della nostra campagna promozionale riguarda l’impostazione di diversi profili, collegando FB a Teespring.

Il primo punto è FB Pixel: Nella Teespring dashboard, troviamo la voce Facebook Pixel

Se non hai un profilo Facebook ad, è facile crearne uno in meno di 10 minuti seguendo la guida apposita di Facebook.

Alla voce “strumenti” selezioniamo Pixels. Sulla destra, un riquadro ci indicherà il nostro ID, che dovremo copiare ed incollare nella pagina principale (dashboard) di Teespring.

In questo modo saremo in grado di tenere traccia della visualizzazioni e delle vendite su tutte le campagne impostate su Teespring.

Google Analytics Account

Importante strumento per capire i visitatori e potenziali acquirenti

L’ iscrizione la effettuiamo con il nostro Gmail account, ed è totalmente gratuita.

Compilate le varie sezioni, potremo ricavare il nostro Tracking Id nel menu impostazioni/proprietà. Copiamo e incolliamo su Teespring (settings/conversion/ google Analytics in fondo alla pagina).

Andando alla voce “Reporting” vedrai tutti i dati sottoforma di grafico, direttamente da Google Analytics: possiamo osservare il “comportamento” dei nostri visitatori e reports live sulle nostre campagne.

Teespring stesso ci offre diversi reports ai quali possiamo accedere dalla pagina principale, e ti consigliamo di consultarli con frequenza, proprio per capire come la nostra campagna si muove realmente.

Facebook Ad

Il primo passaggio è la creazione di un’audience, ovvero di quella parte di mercato alla quale vogliamo indirizzare la nostra campagna promozionale.

Alla voce “Traffico Website” sceglieremo ” gruppi che visitano specifiche pagine web “, e subito sotto nella sezione “URL” inseriamo l’indirizzo della nostra Teespring campaign.

Per quanto riguarda l’arco di tempo da scegliere, consigliamo di optare per gli ultimi “180 giorni” in modo che Facebook tenga in considerazione il mercato in un arco di tempo abbastanza ampio.

Facebook è uno strumento che non possiamo assolutamente tralasciare quando avviamo un business online.

La pagina Facebook è il nostro mezzo di comunicazione al pubblico, in quanto non possiamo utilizzare il profilo personale per creare ads.

La creiamo dal menu in alto a destra, e si aprirà un menu con 6 opzioni. Il nostro consiglio è quello di scegliere la tipologia “marchio o prodotto”.

screen-shot-2016-09-14-at-6-48-59-pm

Aggiunta la descrizione, scegliamo un’immagine e aggiungiamo la pagina ai nostri favoriti, in modo da averla sempre a portata di mano.

L’ultima schermata ci permette di scegliere l’audience.

Il consiglio è di selezionare un’età che va dai 21 in su, in quanto fasce più giovani creeranno molto traffico, likes, ma non rappresentano la fetta di mercato pronta ad acquistare il nostro prodotto.

Da considerare pure il fatto che la maggioranza degli acquisti sono effettuati tramite carta di debito/credito.

Fondamentale è poi condividere contenuto di qualità: video, immagini e testo di intrattenimento, senza dimenticare di mantenere un contatto vivo con i nostri potenziali acquirenti. Rispondere ai commenti in maniera chiara ed aperta è un buon inizio.

Creiamo un’immagine di effetto per la nostra Ad.

Il sito di riferimento è adfactory.co .

Non mastichi l’inglese? Non preoccuparti, il sito è molto intuitivo e creare una imagine è quasi un gioco da ragazzi.

In fondo alla pagina principale seguiamo il link “access now” ed iscriviamoci.screen-shot-2016-09-14-at-6-28-21-pm

Una volta effettuato l’accesso (gratuito) con la propria email, clicchiamo su Load Active Campaign e le nostre t-shirts appariranno in automatico!

Scegliamo diverse foto, giochiamo con la grafica e gli sfondi, sino a trovare una combinazione che ci soddisfi. Consigliamo un bordo che catturi l’attenzione, di un colore appariscente, come giallo o verde.

Ricorda: questa sarà un’immagine importante per il nostro ad, perciò dev’essere accattivante e non passare inosservata. Anche il pulsante che richiama all’acquisto va impostato in maniera evidente: scegliamo qui colori appariscenti, giallo o verde.

Non abbiamo bisogno di design complicati, ma di un’immagine che salta all’occhio.

Serve aiuto e/o sei a corto di idee? Adfactory ha a disposizione per te numerosi video, che potrai trovare qui Adfactory Video Tutorial.

 

screen-shot-2016-09-14-at-7-46-18-pm

Facebook Ad

Torniamo al nostro account Ad su Facebook. Scegliendo “create advert” dovremo decidere qual è l’obiettivo marketing della nostra campagna.

Nel caso delle t-shirts le alternative sono due: indirizzare traffico (persone) al sito web, o promuovere il nostro post (metti in evidenza i post).

screen-shot-2016-09-14-at-6-50-13-pm

Potremo creare una nuova audience nel passaggio successivo o riprendere quella salvata in precedenza.

Quanto vogliamo spendere?

Considerando budgets limitati e che questa è la nostra prima campagna promozionale, vorremo “testare” l’andamento, per cui non andiamo oltre i dieci euro giornalieri.

Ora che abbiamo impostato il marketing, non ci resta altro da fare se non capire come va il nostro ad. Come anticipato, teniamoci sui 10 euro giornalieri.

Dopo almeno 24 ore, vai a verificare se ha raggiunto almeno 1000 persone.

Controlleremo:

I clicks, il livello di partecipazione (engagement) e vendite, se ce ne sono state.

Un CTR (Click-Through Rate, ossia percentuale di clic) del 3% è già un ottimo risultato. Nessuna vendita? Attendiamo altre 24 ore prima di prendere qualsiasi decisione.

Quindi, trascorse 48 ore, possiamo iniziare a trarre delle -sommarie- conclusioni.

Con un CTR di almeno 3% ed engagement in aumento siamo sulla buona strada, e dovremo vedere le prime vendite a breve. Ti consigliamo anche di osservare attentamente le statistiche di Facebook per capire quali gruppi sono più attivi e propensi all’acquisto, in modo da tenerlo presente per campagne future.

Gestione del Budget su Facebook

Se la campagna sta dando i suoi frutti, possiamo duplicarla andando a “colpire” diversi gruppi.

Un altro metodo consiste nell’aumentare il budget del 50% sulla prima campagna, quindi da dieci euro passeremo a quindici euro (ricordati che puoi modificare il budget in qualsiasi momento, ed avrà effetto quasi immediatamente).

L’ideale è sempre un incremento in piccole percentuali.

Un altro valore importante nella gestione monetaria delle nostre ads è il ROI, Return on Investment: in una campagna di web marketing, il rendimento monetario rispetto al capitale investito, espresso in percentuale.

Un buon ROI si aggira intorno all’ 80%.

L’immagine sotto spiega la formula per calcolare il ROIroi

Sei pronto ad iniziare la tua avventura nel web marketing?

Raccontaci la tua esperienza sulla nostra pagina Facebook!

Commenti Facebook