Segna i tuoi obiettivi e li raggiungerai più facilmente

come raggiungere obiettivi

Il 2017 si avvicina, e con esso aumenta il nostro desiderio di pianificare qualche “goal” per il prossimo anno: come possiamo fare? Chi ben comincia è già a meta dell’opera, dicono, e noi vogliamo essere sicuri di voler raggiungere i nostri buoni propositi.

Tutti noi vorremo raggiungere i nostri obiettivi, ma quanti di noi in realtà sono in grado, per forza di volontà o possibilità, di impegnarsi ed ottenerli? Studi scientifici dimostrano come il corpo umano impieghi intorno ai 30 giorni per acquisire nuove abitudini, quanti di noi allora resistono a tale durata? Tanti provano, tanti rinunciano dopo un solo tentativo.

Il nuovo anno ci porta nuova forza di volontà, desideri di cambiamento che vogliamo vedere nella nostra vita, forse nel nostro fisico, oppure a livello finanziario. Tutti questi cambiamenti richiedono una buona preparazione: sapere come organizzare le risorse ci da una mano in questa strada spesso in salita.

Uno dei trucchi più utili è quello di trascrivere – hai capito bene, nero su bianco – i nostri desideri, trasformandoli così in veri e propri obiettivi da raggiungere.

Che sia in un mese, fra sei, o nel 2018, non importa: l’importante è iniziare da qualche parte, il resto sarà una conseguenza.

Perchè tenere nota dei propri obiettivi aumenta le possibilità di riuscire a raggiungerli

Lo studio

Un interessantissimo studio sulla pianificazione dei propri obiettivi fu svolto dall’ Harvard MBA Program, come riporta Forbes – Gli studenti vennero intervistati con riguardo ai propri buoni propositi per il futuro, e nello specifico come li avrebbero messi in pratica, se alcuni di loro avessero messo questi piani nero su bianco. In realtà, solo il 3% degli studenti intervistati avevano messo per iscritto i propri obiettivi, e la strategia per realizzarli, mentre un buon 13% li aveva “in mente” senza aver però le idee chiare sul come concretizzarli. Il restante 84% ha invece ammesso di non avere predefinito alcun piano. Lo stesso studio è stato condotto dieci anni dopo sullo stesso gruppo di ex studenti: con tanto stupore, quel 3% che aveva trascritto e chiarito i propri obiettivi futuri stava guadagnando una media di 10 (dieci!) volte in più del restante 97%. Anche quel 13%, che non aveva messo nulla per iscritto, ma sapeva come raggiungere i propri piani, aveva raggiunto stipendi mediamente doppi rispetto a quel 84% che non aveva stabilito alcun obiettivo.

La conclusione è presto tratta: chi non ha pianificato, tende a fallire più facilmente rispetto a chi ha dei piani.

La scrittura ci aiuta tantissimo: tenere conto dei passi avanti, dei fallimenti, schematizzare il processo. La visualizzazione è un concetto ben noto a te se hai studiato all’università, così come ai professionisti, ma non solo: anche a casa, non usciamo quasi mai senza la famosa “lista della spesa”.

 

Se non sai da dove iniziare, questo sito offre una buona varietà di fogli Excel da utilizzare come esempi per segnare i propri obiettivi: https://www.template.net/business/charts/goal-chart-template/

La lista

Una volta scelto il template più adatto alle nostre esigenze, dovremo pensare a COSA scriverci su.

Che tu voglia utilizzare il PC o stampare il documento non importa, basta tenere l’uno o l’altro in un posto visibile, e possibilmente far leggere la nostra lista ad un caro amico o familiare, in modo che paia realistica.

Un ostacolo notevole al raggiungimento dei goals è infatti una sbagliata pianificazione: se organizziamo dei tempi errati, gli obiettivi non saranno realistici. Pensiamo al 2017 come un anno nuovo, da sfruttare in tutti i suoi 12 mesi, ma stiamo perdendo d’occhio la necessità di bilanciare i nostri desideri (che sono appunto, frutto della nostra mente) con quello che sarà poi lo sforzo per poterli raggiungere. Non è realistico pensare di poter perdere in maniera sana 10 kg in un mese, ma è fattibile cominciare a modificare la propria dieta dal giorno uno, migliorando di mese in mese, e organizzando una buona scheda allenamento consigliata da un professionista.

Allo stesso modo non sarebbe realistico pensare di poter guadagnare un milione di euro in un mese (salvo vincite al Superenalotto, che ti auguriamo di cuore!), piuttosto dedicare “x” tempo allo studio di un nuovo business, alla raccolta di informazioni, o scegliere di voler cambiare lavoro nell’arco di -ad esempio- 6 mesi.

Quanti goals vogliamo scrivere? Pochi, ma buoni. Una decina dovrebbero essere sufficienti, ed è cosa buona “alternare” degli obiettivi che richiedono sforzi maggiori con altri più lievi. Ad esempio, smettere di fumare può essere accompagnato dalla pianificazione di un weekend all’estero.

Un simpatico remainder che ci spiega passo passo questo processo lo potrai trovare su Pinterest, noi abbiamo scelto questo per te https://au.pinterest.com/pin/552113235553359853/

Be S.M.A.R.T

screen-shot-2016-12-13-at-6-48-31-pm

Per descrivere i nostri goal, possiamo usare il famoso acronimo del business: SMART, infatti, si rifà alle iniziali degli aggettivi che meglio descrivono i nostri obiettivi. Questi infatti dovranno essere

Specifici: definiamo il nostro obiettivo in modo da capire esattamente cosa vorremo ottenere. Anziché scrivere “bere più acqua” potrai essere specifico affermando di voler bere sui 2 litri d’acqua al giorno.

Misurabili: qui ci serviranno dei parametri per misurare l’obiettivo e renderci conto di come procediamo. Ad esempio, pianificando di perdere 5 kg entro il 1 giugno 2017 aumentando l’attività fisica.

Attainable: significa che il nostro goal dev’essere ottenibile. Questa definizione ha a che fare con l’essere concreti e sinceri con noi stessi. Forse eliminare del tutto le cene fuori non è un’idea saggia – in quanto abbiamo tutti sempre bisogno di qualche svago, e non sarebbe neanche salutare – ma potremo invece ridurre i pasti fuori casa.

Realistic: abbiamo le possibilità, gli strumenti, la forza di volontà e tutti gli altri elementi necessari per raggiungere il nostro obiettivo?

Time-bound: questa espressione significa il dover legare ogni piano ad uno specifico arco di tempo. In questo modo, avremo una “scadenza” che ci aiuterà a regolarci con la pianificazione.

Qualche idea per il 2017

I buoni propositi portano con loro , come dice la parola stessa, tante “belle” parole.

Se siete pieni di voglia di fare, ma pare un po’ complicato il percorso e non sapete da dove cominciare la vostra lista, abbiamo raccolto per voi un po’ di suggerimenti per il nuovo anno.

screen-shot-2016-12-14-at-2-07-35-pm

screen-shot-2016-12-14-at-2-10-29-pm

Che siano grandi o piccole aspirazioni, legate al portafoglio, alla vita sentimentale o lavorativa, questo è il momento per fermarci un attimo, riflettere, e metterle su carta: avremo 12 lunghi mesi per raggiungerle!

E tu, che piani hai per il 2017? Facci sapere sulla nostra pagina FB!

Commenti Facebook