L’importanza di una casa a risparmio energetico

risparmio

Oggi vogliamo guidarvi alla scoperta di una casa con buone prestazioni dal punto di vista energetico: cosa significa, quanto davvero risparmiamo, e come ottenerla.

Dati i costi che aumentano inesorabilmente, il crescente inquinamento atmosferico, sono alcuni dei motivi per cui è importante curare l’efficienza della nostra casa.

Lo facciamo per una questione di comfort, per risparmiare, ed anche per aiutare l’ambiente.

 

Sapevi che, In Europa il settore civile è responsabile del 40% delle emissioni di anidride carbonica ?

 

Non parliamo solo di acquistare elettrodomestici ad alta classe energetica, ma di classificazione dell’edificio stesso.

Dunque è importante conoscere e capire la tabella delle classi energetiche delle abitazioni.

classi-energetiche-immobile

 

Come calcolare la Classe Energetica della propria casa

Cos’è una classe A? Come si ottiene una casa a risparmio energetico?

La classe energetica A è la piu alta, in una scala che va dalla A in giù– da premettere che la maggior parte delle case italiane si colloca in classe G (ben il 90%).

Questa classificazione dipende da quanto combustibile la casa consuma in un anno, per ogni metro quadro di superficie riscaldata.

Energy saving - wood and earth

Quindi, la casa consuma prima di tutto per come è stata costruita, in secondo luogo, per come la trattiamo e ci “comportiamo” dentro di essa. Una casa classificata A utilizzerà meno energia per riscaldarsi, rispetto ad una inserita in classe D.

Un esempio tipico di casa con classe energetica bassa è quella piena di spifferi, correnti, quindi mal termoisolata. Ne potrai dedurre facilmente che le spese per riscaldarla o renderla fresca saranno alte, I consumi saranno maggiori, con relativo peso sul tuo portafogli.

 

Una valida certificazione energetica della propria casa viene preparata da professionisti specializzati, ed è un requisito di tutti gli annunci immobiliari, atti notarili di compravendita, e pure per contratti di affitto (locazione).

Si parte dalle fondamenta per la casa a risparmio energetico

Per la costruzione di una casa ad efficienza energetica, vi consigliamo sempre di rivolgervi a professionisti specializzati, e mai fare da sè: ti ritroveresti a dover spendere poi di tasca tua eventuali soldi risparmiati per la costruzione.

Già il progettista dovrebbe essere un soggetto istruito in efficienza energetica, in quanto la forma come primo elemento influisce sulla dispersione.

Per logica, una costruzione compatta disperde poco: più la forma è complessa, più tempo si dovrà dedicare alla fase di isolamento e scelta dei materiali.

 

Per costruire una vera casa a risparmio energetico, i materiali sono importantissimi, e attenzione a non voler risparmiare troppo in questa parte: I migliori isolanti in commercio garantiscono grandi risultati in termini di termoisolamento.

porta-finestra-pvc-3

È molto importante inoltre scegliere con cura I serramenti che andremo a posizionare: porte, finestre, scelta dei vetri doppi, sono tutti fattori che giocano un ruolo fondamentale.

 

Secondo lo studio di SolarCip e RESEDA, I consumi in casa sono al 90% di natura termica: 80% va in riscaldamento, mentre acqua calda occupa un 12%. Cottura del cibo sta ad un minimo del 3%, ed il restante 5% è impiegato per l’illuminazione e l’uso di elettrodomestici.

Idee per migliorare l’efficienza energetica in casa

 

Tra i mille modi per migliorare la resa energetica ( e ridurre le dispersioni ) in casa, sicuramente dobbiamo guardare alle integrazioni con fonti rinnovabili di energia; quindi, sistemi fotovoltaici o anche il posizionamento di sistemi che sfruttano il calore proveniente dal suolo. Un esempio fra tutti, installare dei pannelli solari per scaldare l’acqua: non solo elimineremo il classico scaldabagno elettrico – che è un vero e proprio succhiasoldi! –ma non avremo bisogno di accendere nessun tipo di caldaia a gas, specialmente in estate.

 

casa_ecologica

Per quanto riguarda la stagione fredda, le nostre bollette dell’elettricità saranno certamente più basse del solito.

Il risparmio sarà evidente, da subito.

Un sistema di pannelli solari ci costerà intorno ai 4.000 euro, contiamo però di recuperarne il 65% indietro tramite gli incentivi statali. Tra gli altri vantaggi, produce energia pulita, un sistema del genere dura decenni, e ricordiamoci: l’energia solare è una fonte infinita, sempre disponibile.

 

L’impianto di illuminazione ben progettato è un’altra via verso il risparmio: sfruttiamo al massimo l’illuminazione naturale, tenendone conto nella fase di progettazione, e scegliamo apparecchi luminosi a bassi consumi.

Abbiamo già parlato nello scorso articolo di come possiamo risparmiare centinaia di euro all’anno semplicemente scegliendo le giuste lampadine ; grazie al mercato libero possiamo scegliere la miglior tariffa luce e gas, per arrivare a risparmiare sui 400 euro all’anno.

 

Un’ulteriore idea per una casa a risparmio energetico ci arriva dai serramenti ermetici: le maggiorni perdite e dispersion energetiche in case sono dovute ad edifice con scarso isolamento, ovvero serramenti che non fanno il loro compito. Allora, è importante sostituire le guarnizioni rovinati, eliminare le infiltrazioni di aria da piccole fessure (con del semplice silicone), utilizzare finestre con vetro doppio ed a chiusura ermetica. Alcuni lavori di ristrutturazione potranno essere dedotti dichiarandone le spese secondo le agevolazioni fiscali del 2016, come abbiamo spiegato nell’articolo precedente .

LOGO_ENEA_ita

Per maggiori informazioni e altre idee di efficienza energetica, vi invitiamo a consultare un interessante opuscolo disponibile online per merito dell’ente ENEA, che si occupa di innovazione per lo sviluppo sostenibile del paese. Lo trovate a questo link

Commenti Facebook